dicembre 12, 2017

IL CODACONS CHIEDE AL NEO PRESIDENTE DELLA REGIONE SICILIANA MUSUMECI DI ADOTTARE UN PROVVEDIMENTO DI BUON SENSO IN MATERIA VACCINALE COME FATTO IN LIGURIA

In Sicilia è stato eletto il nuovo Presidente della Regione ma a festeggiare vorrebbero essere i bambini che rischiano di essere esclusi dall’asilo e scuole materne perché non vaccinati come previsto dalla legge Lorenzin. Vaccino provvedimento Liguria 

Vaccino provvedimento LiguriaSulla scia del provvedimento adottato di recente dal Consiglio Regionale Ligure che ha escluso ogni espulsione per l’anno scolastico in corso, il Codacons chiede adesso al nuovo Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ed al nascente governo regionale di adottare un analogo provvedimento di buon senso anche in Sicilia. Lo chiede il Prof. Francesco Tanasi, Segretario Nazionale Codacons.
Il Consiglio Regionale della Liguria ha compiuto, infatti, un atto importantissimo, che getta le basi per azioni significative dei mesi a venire.
Il 14 novembre 2017 con il voto a favore delle forze di maggioranza e opposizione, escluso il voto contrario del PD e l’astensione di NCD, la Regione Liguria ha emanato un provvedimento unico nel nostro paese, che affronta la Legge 119/2017 sull’obbligo vaccinale con un atteggiamento critico e di cautela, nel rispetto del bambino e della sua integrità, nonché dei diritti fondamentali alla salute e all’istruzione.
Le numerose famiglie e con loro anche quei bambini che hanno subito danni gravi in conseguenza dell’inoculo indiscriminato di vaccini senza le dovute cautele, attendono speranzosi, afferma l’Avv. Carmelo Sardella, Presidente del Covasi Sicilia, Comitato Vaccini Sicuri del Codacons.
I bambini vanno protetti e dispensati dalla vaccinazione se non ve ne sono le condizioni di sicurezza, nel rispetto della legge 210 del ’92, che tuttavia è rimasta lettera morta.

Chiediamo che come primo atto, di grande civiltà, del governo Musumeci, si disponga che tutti i bambini siciliani terminino l’anno scolastico regolarmente, senza nessuna espulsione, conclude Tanasi.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *