agosto 20, 2019

Ragusa: maltrattamenti ai malati di alzheimer in casa di riposo

Codacons si costituisce parte offesa e plaude a Polizia e Procura.

Tanasi: servono più controlli.

Ragusa maltrattamenti anzianiIl Codacons rivolge un plauso all’operazione coordinata dalla Procura di Ragusa ed eseguita dalla squadra mobile che ha portato all’adozione di misure cautelari per tre donne accusate di maltrattamenti nei confronti di anziani malati di alzheimer ospiti di una casa di riposo. Ragusa maltrattamenti anziani

Il Codacons, annuncia che si costituirà parte offesa nel procedimento ed a tal fine è già stato conferito incarico agli Avv. Elisa Di Mattea e Carmelo Sardella Dirigenti dell’Ufficio Legale Regionale, ed evidenzia la pericolosa ascesa di maltrattamenti in case di cura e strutture sanitarie e chiede più controlli.

Infatti, risulta dalle indagini come quotidianamente gli anziani venissero apostrofati in ogni modo: testa di m…, animale, capra ed ancora mi fai schifo, puzzi come una bestia, sei pazza, scema, incrasciata; o minacciati: cambiati o ti prendo a legnate, se non ti lavi ti prendo a schiaffi, muoviti che mi fai schifo o ti do uno schiaffo, io ti ammazzo. Insieme agli insulti vi erano violenze, schiaffi, spinte, strattonamenti, umiliazioni, addirittura una delle indagate si è sdraiata sopra un’ospite delle struttura per non farla alzare.

“Oramai non passa giorno senza la notizia di arresti e inchieste su maestre e dipendenti di case di cura e strutture sanitarie accusati di percosse e maltrattamenti su bambini, pazienti anziani o disabili – commenta Francesco Tanasi Segretario Nazionale Codacons – Siamo di fronte ad un preoccupante allarme ed è evidente che servono più controlli su tutto il territorio, per verificare le condizioni d assistenza ai pazienti e l’adeguatezza del personale in servizio. Il Ministero della salute deve intervenire sia effettuando ispezioni a tappeto nelle case di cura e raccogliendo le segnalazioni dei pazienti e dei loro familiari, sia installando telecamere di videosorveglianza per prevenire episodi di violenza come quello di Ragusa” – conclude Tanasi.

Ragusa maltrattamenti anziani Ragusa maltrattamenti anziani Ragusa maltrattamenti anziani 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *