agosto 20, 2019

Reddito di cittadinanza: dopo inchiesta de “Non è l’Arena” Codacons presenta esposto in Procura

Indagare Caf e dipendente per induzione all’evasione fiscale e truffa. Struttura va chiusa.

Inchiesta reddito cittadinanzaDopo il servizio della trasmissione di La7 “Non è l’Arena” che ha mostrato come un dipendente del Caf della Cgil di Palermo dispensasse consigli su come ottenere il reddito di cittadinanza senza averne diritto, il Codacons presenta un esposto alla Procura della Repubblica di Palermo chiedendo di acquisire il filmato in questione e aprire una indagine sul caso. Inchiesta reddito cittadinanza

Si tratta di un episodio molto grave per il quale la magistratura deve attivarsi – spiega l’associazione – In tal senso presentiamo un esposto alla Procura chiedendo di procedere nei confronti dei soggetti che saranno ritenuti responsabili per le possibili fattispecie di truffa allo Stato e induzione all’evasione fiscale. Dare indicazioni su come ottenere soldi pubblici anche in assenza dei requisiti di legge equivale a danneggiare tutta la collettività, creando squilibri nella destinazione delle risorse statali e danneggiando chi ha legittimamente diritto a tali fondi.

Per tale motivo chiediamo alla magistratura di disporre anche la chiusura immediata del Caf protagonista della vicenda, se saranno confermati i fatti così come riportati da La7.

Inchiesta reddito cittadinanza Inchiesta reddito cittadinanza Inchiesta reddito cittadinanza 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *