Aprile 01, 2020

Coronavirus: Codacons scrive al Direttore Generale ASP di Siracusa chiedendo di rimeditare sulla propria posizione.

I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta devono essere dotati di DPI.

È nota a tutti la necessità di medici ed infermieri, in prima linea nei presidi ospedalieri e non, di dotarsi di adeguati dispositivi di protezione individuale, nonché la difficoltà di approvvigionarsi di tali strumenti, stante l’elevata richiesta dettata dal dilagare della pandemia. Coronavirus medicina generale DPI

In tal contesto, genera un certo sgomento la risposta del Direttore Generale dell’ASP di Siracusa – fatta pervenire al Prefetto di Siracusa, al Responsabile della Protezione Civile di Siracusa, e per conoscenza, alla FIMG e FIMP per mezzo di nota del 16 marzo 2020 – alla richiesta di fornitura di dispositivi di protezione individuale dai rischi di contagio a favore di medici di medicina generale e di pediatri di libera scelta che, spesso, sono i primi a venire a contatto con pazienti che presentano i primi sintomi di contagio.

Si rimane certamente sorpresi nell’apprendere che il Direttore Generale dell’ASP di Siracusa non solo ha preso le distanze dalla suindicata richiesta, scaricando l’adempimento di tale obbligo su ogni singolo medico di medicina generale trattandosi – a suo dire – di liberi professionisti, ma ha addirittura intimato ispezioni e controlli per vagliarne il rispetto.

Coronavirus medicina generale DPI

Come già ribadito dall’Avv. Giovanni Petrone, Presidente Regionale  Codaconsin una lettera indirizzata al Direttore Generale dell’ASP di Siracusa “è spiacevole dover constatare che chi dovrebbe avere il compito istituzionale di farsi carico delle serie problematiche poste dall’intera categoria dei MMG della Provincia, non trova di meglio che minacciare addirittura ispezioni per verificare il rispetto della non meglio precisata normativa vigente.”

Oltre l’amaro in bocca che scaturisce da un così povero spirito collaborativo, è da segnalare un vizio di principio che pervade la posizione del Direttore Generale dell’ASP di Siracusa. Difatti, come sottolineato dall’Avv. Petrone, non solo i medici di medicina generale e i pediatri di libera sono inquadrati in maniera unanime dalla giurisprudenza come lavoratori parasubordinati, ma “gli ACN di settore, qualificano espressamente gli studi professionali dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta come presidio del Servizio Sanitario Nazionale che concorre…al perseguimento degli obiettivi di salute del Servizio medesimo nei confronti del cittadino, mediante attività assistenziali convenzionate e non convenzionate retribuite”.

Il Codacons, pertanto, invita il Direttore Generale dell’ASP di Siracusa a rimeditare sulle affermazioni rese e a rivedere la propria posizione, in un momento di tensione e di difficoltà che vede gli operatori sanitari esposti ad un rischio non facilmente fronteggiabile, che si aggrava se chi è chiamato a prendere delle decisioni genera divisioni e frappone ostacoli.

Coronavirus medicina generale DPI Coronavirus medicina generale DPI Coronavirus medicina generale DPI 

rimosso dalla home bidvertiser

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *